Replace with the name of your product

Il perchè della cartolina [GRAZIE A TE]®

Nessuna parola ha un suono tanto magico e un potere più catartico di questa.

Unica e insostituibile in tutte le lingue del mondo, esprime uno stato d’animo di perfetta armonia e di gioia, plasma gli animi e li conduce in un’esperienza straordinaria: il sapore della riconoscenza e il valore dell’amicizia.

Una tua cartolina regalerà a te e a chi la riceve un momento di calma, una carica inaspettata di felicità e una giornata migliore.

Coltivare quotidianamente la GRATITUDINE è il vero segreto per vivere felici!

Utilizza questa cartolina ed aiuta il prossimo a scoprire le virtù e le cose positive che rendono ricca la nostra vita.

“Grazie” è la migliore preghiera che chiunque possa dire. Grazie esprime gratitudine estrema, umiltà, comprensione. (Alice Walker)   |   Impariamo a dire “Grazie,” a Dio, agli altri. Lo insegniamo ai bambini, ma poi lo dimentichiamo! (Papa Francesco)   |   La gratitudine è non solo la più grande delle virtù, ma la madre di tutte le altre. (Cicerone)   |   La gratitudine silenziosa non è di grande utilità a nessuno. (Gertrude Stein)   |   Dimenticate le ingiurie, non dimenticare mai gentilezze. (Confucio)   |   La gratitudine, come certi fiori, non cresce in alta quota e rinverdisce meglio nella terra buona dell’umiltà. (José Martí)   |   Provare gratitudine e non esprimerla è come incartare un regalo e non darlo. (William Arthur Ward)
E-book Showcase Image

Ecco il Bene che possiamo fare


Con la cartolina GRAZIE A TE ognuno di noi può fare il tifo per l’altro, dirgli bravo e grazie per quello che è ed aiutarlo a dispiegare pienamente tutto il potenziale che ha ricevuto in dono da Dio.
La cartolina GRAZIE A TE aiuta a generare empatia che è una virtù umana molto importante, perché significa guardare all’altro, alla sua irripetibile vita come se fosse la nostra, capire che ogni suo momento, ogni nostro momento, è appunto irripetibile, e che l’esistenza è fragile, imperfetta, impegnativa ed ha bisogno di sostegno.

PAPA FRANCESCO
"Certe volte viene da pensare che stiamo diventando una civiltà delle cattive maniere e delle cattive parole, come se fossero un segno di emancipazione. Le sentiamo dire tante volte anche pubblicamente. La gentilezza e la capacità di ringraziare vengono viste come un segno di debolezza, a volte suscitano addirittura diffidenza. Questa tendenza va contrastata nel grembo stesso della famiglia. Dobbiamo diventare intransigenti sull’educazione alla gratitudine, alla riconoscenza: la dignità della persona e la giustizia sociale passano entrambe da qui. Se la vita famigliare trascura questo stile, anche la vita sociale lo perderà. … Una volta ho sentito dire da una persona anziana, molto saggia, molto buona, semplice, ma con quella saggezza della pietà, della vita: “La gratitudine è una pianta che cresce soltanto nella terra delle anime nobili”. Quella nobiltà dell’anima, quella grazia di Dio nell’anima ci spinge a dire grazie, alla gratitudine. È il fiore di un’anima nobile. È una bella cosa questa! "
(Udienza generale del 13 maggio 2015).


CREA LA TUA CARTOLINA

Carica la tua immagine (dimensioni minime 1000x1000px - max 2mb)

 

Puoi anche modificare il testo qui sotto e aggiungere i tuoi dati.


Adesso che hai creato la tua cartolina puoi ordinarne 50.
Provvederemo alla stampa ed alla spedizione all’indirizzo che ci indicherai. Il costo delle tue 50 cartoline già affrancate e solo di 100,00 euro.

Le Motivazioni

A differenza di quanto viene inculcato nella nostra mente dalla pubblicità materialista e consumistica, ciò che ci rende felici, sono l’affetto degli altri e il senso di comunanza. Ciò che desideriamo, infatti, non è possedere e divorare, ma appartenere e amare.
E queste cose, che non si possono comperare, guarda caso, non sono affatto scarse ma infinitamente abbondanti; vanno semplicemente vissute.

Dobbiamo pensare che nella nostra esistenza tutto è segnato dalla gratuità; non abbiamo meritato né l’esistenza, né la famiglia in cui siamo cresciuti, né le doti naturali e i doni soprannaturali ricevuti… Per questo dobbiamo mostrarci grati. Che facili diventano i rapporti tra le persone quando si è capaci di dire un “grazie” sincero per un gesto di cortesia forse minimo, ma che è una dimostrazione di vero affetto, di generosa disponibilità a servire!
(Mons. Javier Echevarría, lettera pastorale settembre 2015)

Il Messaggio

Sono certo, e Zygmunt Bauman con i suoi scritti lo conferma, che i social media sono un prodotto della frammentazione sociale, e viceversa sono lo strumento della modernità liquida che mira a distruggere quello che rimane delle reti e legami sociali.
Per tutti questi motivi ho dato vita al progetto GRAZIE A TE, e questo è il testo che ho scritto sul retro della cartolina:
Ho realizzato questa cartolina perché sentivo la necessità di comunicare le cose di valore nel modo più adeguato senza far uso di e-mail, Facebook, Twitter o altri social media. Sicuramente questa cartolina richiede un po’ del tuo tempo, ma è proprio questo che la rende un vero gesto di affetto verso la persona che la riceve. Inviala, alle persone di tutti i giorni, per comunicare la tua gratitudine, gioia e apprezzamento per qualcosa fatta bene; per riconoscere il valore che hai trovato in loro. Utilizza questa cartolina ed aiuta il prossimo a scoprire le virtù e le tante cose positive che rendono ricca la nostra vita.Non lasciar passare una settimana senza inviare almeno una cartolina e ti garantisco che la tua vita sarà più ricca, “grazie” a questo piccolo gesto.

Chi Sono

Roberto Lorusso, imprenditore ed esperto di pianificazione strategica, da 30 anni aiuto Persone, Organizzazioni e Comunità a comunicare e raggiungere obiettivi di progresso sostenibile.
www.robertolorusso.it

Author image

THANKSBOOK

  • Ciao Roberto. Ricevere la tua cartolina, con un pensiero a me indirizzato, scritto a mano, come si faceva una volta, e “fisicamente” tangibile, da poter toccare e conservare…mi ha riempito di gioia e stupore! In quest’era in cui tutto è ormai “virtuale” o “digitale”, tutti affidiamo quelli che saranno i nostri ricordi e testimonianze di vita ad un Hard Disk o ad una chiavetta USB...dimenticandoci che questi dispositivi ci possono abbandonare in qualsiasi momento, con tutto ciò che contengono. Il fatto che, in quest’era così “veloce", tu ti sia fermato un attimo e mi abbia dedicato un po’ del tuo tempo per scrivere e poi imbucare questa cartolina, per me ha significato molto: intanto mi ha riportato piacevolmente indietro nel tempo, quando ricevere una lettera o una cartolina era sempre un’emozione e poi è una bella testimonianza della nostra amicizia, che io custodirò gelosamente!! Grazie.

    Author image
    • Donato Cisternino
  • Caro Roberto la cassetta delle lettere è un incubo, aprirla provoca ansia. Pagamenti, bollette, multe e comunicazioni la riempiono come fossero diventati gli unici proprietari! Dettano legge, tempi, pagamenti, condizioni di vita che devono adeguarsi a loro, eppure..... Eppure, quel giorno in cui apri la cassetta e trovi un biglietto, scritto a mano, pensato appositamente per te, accantoni tutto e ti riconcili con la cassetta, con le comunicazioni esterne, con il mondo che ti circonda! Pochi minuti, forse, ma sai che ti sono stati donati da qualcuno che è così generoso da fartelo sapere! E' firmata, è dedicata a te, comprendi allora, e solo allora, che è una breve storia che racchiude in se il senso di quella relazione che costruita sulla lealtà, sulla fiducia reciproca, sulla capacità di "donarsi" ha prodotto qualcosa di buono, che è anche attestato da quello stesso breve testo pensato per te.

    GRAZIEATE Roberto di avermi dedicato un pensiero!

    Author image
    • Achille Cippone
  • Caro Roberto, la tua cartolina è stata per me la sorpresa di un dono inaspettato, il riconoscimento non scontato del valore di una mia attitudine e qualità. La ri-conoscenza, intesa come seconda conoscenza, è un atto dovuto lì dove sia intercorsa la consapevolezza dell’altro. Purtroppo questo accade solo in via teorica, così ricevere un grazie acquisisce un carattere di eccezionalità. Dovremmo riflettere sulla potenza di un semplice gesto che, se contagia chi ci sta intorno, migliora il mondo! Allora, grazie a te Roberto!

    Author image tableCell
    • Rita Quaranta
  • Carissimo Roberto, ricevo la tua cartolina e di GRAZIE A TE.
    Come posso tacere e non ringraziarti se tramite te ho scoperto l'efficacia dei forum. Sì, perché i tuoi incontri sono dei veri e propri forum pregni di entusiasmo ed onestà intellettuale, nonché fonte d'ispirazione e di grandi motivazioni.
    Per dirla con il grande filosofo americano Ralph Waldo dell’800: “Niente di grande è stato mai raggiunto senza entusiasmo” e, a mio avviso, l’entusiasmo ha una fre- quenza vibrazionale altissima che scaturisce nella creatività quando è condivisa con altri.
    Grazie a queste virtù che non esito a riconoscerti, unitamente al tuo entusiasmo e alla tua simpatia, dai tuoi incontri rimane il contributo di vita in termini manageriali, culturali e professionali. E allora, grazie per la sincera passione che mi trasmetti!

    Author image
    • Giacomo Lucarelli
  • Ciao Roberto,
    Ho gradito tantissimo la tua cartolina perché mi ha fatto riflettere sull'importanza di una vera amicizia e mi ha regalato emozione ed un po' di serenita' in un momento molto particolare della mia vita. Grazie a te amico mio.
    Con tanto affetto.

    Author image tableCell
    • Angelo Buttaro
  • Ciao Roberto, grazie per la cartolina che mi hai inviato.
    La tengo sempre con me e la conservo con cura per i bellissimi contenuti che mi hai trasmesso...
    Un abbraccio

    Author image
    • Nicola Fabrizio Antonucci
  • Caro Roberto,
    appena ricevuta la cartolina ho detto: è lui, il solito Roberto. Non smette mai di stupire e di amare.
    e allora ti scrivo il mio GRAZIE A TE, perché:
    “un grazie accompagnato dal sorriso del cuore, raddoppia le gioie e dimezza le angosce".

    Author image tableCell
    • Franco Rosa
  • In un periodo in cui ringraziare sembra un’arte dimenticata, questa cartolina risveglia il piacere di sentire per un istante più vicina una persona che per giunta ti ringrazia.
    E se è vero che “La maggior parte degli esseri umani hanno una capacità quasi infinita di prendere le cose per scontate.” (Aldous Huxley), un grazie giunge a rendere meno scontato un atto, un gesto gentile, un pensiero, un dono.

    Author image
    • Annamaria Annicchiarico


Lascia un tuo Feedback:

GRAZIE E’

Chimica

E’ la disciplina della Terra. Tutta la chimica del nostro corpo è programmata in funzione di questa logica verità: le persone che sono grate per quello che hanno sono in grado di far fronte meglio allo stress, di avere emozioni positive, e di raggiungere i loro obiettivi con più facilità. I ricercatori hanno anche trovato che la gratitudine è associata a un miglioramento della salute.

Poesia

Come una brezza, tocca la parte più profonda del cuore. “Grazie” è l’unico algoritmo che genera benessere e sentimenti positivi, abbatte i muri e costruisce ponti tra persone vicine e lontane. .





Fede

E’ una delle tre parole scelte da Papa Francesco a fondamento dell’armonia della famiglia: “permesso, GRAZIE, scusa”. Quante volte al giorno dici grazie a tua moglie e tu a tuo marito? Quanti giorni passano senza dire grazie? Sappiamo davvero ringraziare?




Azione

Un film come “A Simple Life” (Hong Kong, 2011) diretto dalla regista Ann Hui, ci apre i vasti scenari della mente e del cuore. E’ un film sul dovere della riconoscenza. Sul dovere di essere giusti rispetto a ciò che abbiamo ricevuto. E’ il manifesto ideale della nostra comunità “reale” di Thanksgivers

Musica

Dirlo con le parole di una canzone, per una dedica speciale ad una persona che vi ha dato tanto, poco o anche soltanto un istante prezioso del proprio tempo. Un messaggio scolpito indelebile nell’inchiostro per non dimenticare di ringraziare….

Storia

Nel 1863, nel bel mezzo della guerra di secessione, Abramo Lincoln proclamò la celebrazione del giorno del Ringraziamento (Thanksgiving Day), riconosciuta oggi come una delle più importanti feste annuali dei nordamericani. .